Francesco - 10 dicembre 2008 - Tags: , , ,

Un antivirus decente è una cosa che non può mancare su qualunque postazione Windows (il Linux desktop è ancora – temporaneamente? – sicuro). Specialmente adesso che esistono numerosi antivirus gratuiti per uso casalingo, non c’è nessuna scusa per farne a meno. Tuttavia, ci sono alcune altre precauzioni che possono aiutarci a prevenire problemi. Vediamo quali.

Attenti agli allegati

Il comportamento dell’utente è sempre il più importante.

NON aprire gli allegati che ci arrivano in posta se non siamo più che certi che sia qualcosa di sicuro. I messaggi maligni (da non confondere con i messaggio SPAM, che sono una rottura ma sono innocui) sono spesso falsificati in modo da sembrare veri, con testi elaborati e firme credibili. Ma se vi fermate un secondo e riflettete, probabilmente vi accorgerete che in realtà il messaggio non vi riguarda. La presenza di un file “.zip” se non addirittura di un “.exe” come allegato dovrebbe farvi suonare immediatamente un allarme.

Frenate il click

Allo stesso modo, NON clicchiamo sui link presenti nei messaggi di posta elettronica. Il più delle volte non puntano dove dicono, ed è una tecnica abbastanza semplice. Vi faccio un esempio. Se cliccate sul link di seguito, vi aspettereste di finire su Google. E invece finirete sul sito GiBiLogic (e vi assicuro che Google non ha fatto un redirezionamento verso di noi :-) ).

http://www.google.it

Per controllare se un link vi porta davvero dove dice, provate semplicemente a passarci sopra con il mouse. In basso, sulla barra di stato, vi comparirà la destinazione reale.

Separazione degli utenti

Un altro sistema utile che ho trovato per ridurre fortemente i problemi è la separazione degli utenti. Cioè, abituarsi ad accedere a Windows come “Administrator” solo quando dobbiamo installare dei programmi o configurare qualcosa, e con un utente non amministrativo durante l’uso comune (soprattutto navigazione e controllo posta). Questo ci fa perdere solo pochi secondi ogni tanto, e fa sì che eventuali virus non abbiano i privilegi di danneggiare il sistema.

Questa tecnica di separazione si può anche espandere creando più di due utenti, magari uno separato per i giochi, e così via. Se volete davvero esagerare, potete installare due copie del sistema operativo così veramente non rischiate nulla :-)

Non installate programmi sospetti

Esistono programmi per fare qualunque cosa. Soprattutto piccoli programmini per calcolare il codice fiscale, per colorarci il desktop di blu, per fare un bel suono con il PC… la fantasia dei programmatori è infinita. Non cadeteci! Spesso i programmini meno conosciuti nascondono virus o malware. Questo non vuol dire che non ci siano programmi piccoli, fatti da programmatori poco noti, che non siano dei gioielli. Però state attenti, cercate di scaricarlo da fonti attendibili, e non installate mai a vanvera: meno programmi avete, meno rischi correte.

No panic!

Con le tecniche esposte dovreste riuscire a ridurre drasticamente la probabilità di prendere un virus. Se però ci cadete ugualmente, calma: quasi sempre si riesce a ripulire il PC senza perdere nulla di importante. Ovviamente, un salvataggio regolare dei dati più importanti – ad esempio su una chiavetta USB – è sempre una buona idea.

Tags: , , ,

Lascia un commento

Nota: i commenti verranno moderati da un amministratore prima di essere pubblicati