Clonezilla, duplicazione di partizioni e dischi

Abbiamo già parlato delle immagini di sistema e dei software utilizzati. Fra i nostri preferiti in ambito Open Source c’è sicuramente partimage, presente nella suite di programmi dell’ottimo System Rescue CD. Oggi ho trovato un progetto molto interessante che usa partimage e ne estende le funzionalità: Clonezilla.

Vediamo un po’ di che si tratta.

Il progetto Clonezilla nasce per estendere all’ambito Open Source le funzionalità di copia dei più avanzati software a pagamento. Partimage, infatti, pur essendo un ottimo prodotto, ci costringe a fare una copia separata per ciascuna partizione, ed ha alcune limitazione nella distribuzione di una immagine a molte macchine via rete (cosa che comunque si può fare).

Clonezilla si concentra invece proprio su questo, cioè sulla distribuzione a macchine multiple, e fa una cosa molto utile: unisce vari strumenti usati nell’ambito della clonazione di dischi e partizioni e realizza uno strumento facile, veloce, in stile wizard.

Esistono due versioni, una dedicata alla distribuzione via rete (con alcune interessanti funzionalità per cui vengono cambiati “al volo” i nomi e gli identificativi delle macchine clonate, per evitare doppioni) e una – quella che abbiamo provato noi – che invece usa un LiveCD come molte altre.

La cosa che mi è piaciuta di più è la serie di controlli ed automatismi che rendono la clonazione facile:

  • vengono provati diversi metodi per l’immagine vera e propria (partimage, ntsfclone, dd) in modo da aggirare eventuali problemi legati a partizioni sconosciute. Ad esempio, una partizione RAID SOFTWARE non può essere clonata tramite partimage visto che non contiene un vero e proprio file system; pertanto, Clonezilla passa all’uso di dd, avvisando che sarà meno efficiente (visto che salva anche i settori vuoto) ma farà comunque il suo lavoro)
  • vengono automaticamente letti i dispositivi locali e non (rete, USB) e viene offerta la scelta su dove salvare le partizioni
  • è possibile selezionare uno o più dischi interi e verranno salvate tutte le partizioni, nonchè le informazioni su MBR e sull’hardware

Il CD è inoltre completamente (e correttamente) tradotto in italiano, i messaggi e le procedure sono chiari e intuitivi, e questo rende il lavoro veramente semplice.

Complimenti a Clonezilla!

Tag: ,