Mac vs. PC

Un MacChiano (abitante del pianeta Mac) direbbe: “Era ora che facessi il grande passo, usa la forza!”.

Proprio così, sfinito dai continui commenti degli utilizzatori del sistema di casa Apple, mi sono detto: “Ora lo provo, così mi tolgo il dubbio!”. Fino a ieri ho sempre utilizzato PC con sistemi operativi Microsoft, ma oggi…

Hardware e software

Distinguiamo la valutazione del sistema operativo da quella dell’hardware.

Ritengo che le impressioni debbano essere separate, anche perchè oggi è possibile installare i vari sistemi operativi su hardware diversi tra loro, compreso Mac.
Il confronto sarà quindi tra il sistema operativo Apple MacOSX vs Microsoft Windows e tra l’hardware MacBookPro vs altri notebook.

Hardware

Devo dire che l’eleganza di MacBookPro non è da poco, ma non è tutto.

Da programmatore ho alcune difficoltà nell’utilizzo della tastiera. Il tasto invio è molto piccolo così come le frecce, e la scomodità di non avere il tasto destro del touchpad mi scombussola un po’, anche perchè il sistema operativo permette l’utilizzo del tasto destro; si tratta comunque di una questione di abitudine.

Lo chassis è molto leggero; i notebook come il Vaio, che risultano essere – a mio avviso – gli unici antagonisti sul mercato a parità di costo, non sono altrettanto leggeri ed eleganti.

Per il momento sono combattuto, la tastiera e il touchpad sono importanti, ma si risolve il tutto con una tastiera e un mouse USB

Mac 1 Notebook 0

Software

Noto un’estrema intuitività nell’eseguire le operazioni di base, ma appena è necessario effettuare delle operazioni particolari la cosa si complica un po’. Non voglio scendere nel dettaglio per il momento, anche perchè come l’esperienza è ancora poca; la sensazione principale è che Mac non si blocchi spesso, ma il tutto è derivato dal fatto che i messaggi di errore non compaiono. Spesso mi sono trovato nella condizione in cui alcuni programmi si chiudessero inaspettatamente o peggio, rimanessero in attesa occupando risorse, senza sapere cosa stessero facendo.

MacOSX 0 Windows 0

Direi che ormai ho preso abbastanza dimestichezza con lo strumento, rimango ancora convinto che i due sistemi operativi Apple e Microsoft, sono sostanzialmente per due livelli diversi di utenze con conoscenze diverse.

Ordinando quindi i sistemi operativi dal meno al più smanettone, avremmo:

  1. Mac OSX
  2. Windows
  3. Linux

Devo concedere ad Apple che la quantità di prodotti software già inclusi nel sistema operativo, permettono veramente di abbracciare molte delle esigenze di una persona che vuole creare video, modificare immagini, gestire file e flussi di lavoro con la minima possibilità di errore e con un uso pesante del mouse – che è più facile, ma non più veloce.

mac