Magento e VirtueMart

Nonostante il nostro strumento preferito per l’e-commerce sia sempre VirtueMart, ci è venuta voglia di conoscere meglio Magento, del quale sentiamo spesso parlare bene. In questo post vi illustriamo le differenze principali tra le rispettive features, e vi lanciamo una proposta per partecipare alla nostra fase di studio.

Teoria

Mentre di VirtueMart possiamo ormai considerarci moderatamente esperti, visti i numerosi siti di e-commerce che abbiamo realizzato negli ultimi anni, per  Magento non abbiamo una esperienza pratica diretta. Cominciando quindi a raccogliere informazioni su Internet, ecco le caratteristiche fondamentali che emergono.

  • A differenza di VirtueMart, che è una estensione di Joomla, Magento è un programma stand-alone: un CMS completamente dedicato alle funzionalità di e-commerce. Questo ovviamente lo rende più completo e orientato; tranne alcune eccezioni, le caratteristiche a disposizione sono maggiori rispetto a VirtueMart (una su tutte, la possibilità di gestire negozi multipli).
  • A livello di “flessibilità”, Magento permette molte personalizzazioni senza bisogno di intervenire sul codice.
  • Sul codice di VirtueMart hanno lavorato diverse persone nel corso degli anni, e adesso è forte la necessità di un refactoring, soprattutto per sfruttare appieno il nuovo framework di Joomla 1.5. Magento invece è più coerente, realizzato in blocco da una comunità più compatta.
  • Questo non significa, tuttavia, che il codice sia più facile da modificare. Infatti fa uso di molte funzionalità avanzate, e questo lo rende moderatamente complesso. Diversi utilizzatori di Magento hanno affermato che, nel caso le personalizzazioni esistenti non bastino e ci sia bisogno di mettere mano al codice, l’operazione è più complicata che con VirtueMart.
  • A livello di prestazioni, molti concordano che Magento utilizzi molte più risorse e che sia difficile farlo coesistere con altri siti su un hosting condiviso.

L’impressione che mi sono fatto, sulla base di queste prime impressioni, è che stiamo parlando di due target leggermente diversi. VirtueMart, come Joomla, è orientato ad attività più piccole : è rapido da installare e configurare, molte funzioni basilari sono già presenti, non fa un uso eccessivo di risorse. Magento sembra invece orientato a siti di vendita online decisamente più grossi è più complessi, che possono permettersi magari un server dedicato fin dall’inizio.

Se fosse così (e attendo volentieri commenti in merito) si tratta di un elemento importante. Molto spesso, infatti, non esiste una tecnologia migliore di un’altra: esistono tecnologie diverse che si adattano meglio a circostanze diverse.

Pratica

Per fare pratica dovremmo installare e usare Magento. Al di là del tempo necessario, l’esperienza però ci insegna che senza una motivazione concreta i test finiscono per essere “falsati”. Non sarò mai in grado di valutare appieno un e-commerce finchè non ci guadagno dei soldi veri, anche pochi, ma comunque legati a una attività concreta.

Ed ecco la proposta, per chi di voi aveva già intenzione di aprire una attività di vendita online:

sareste interessati a farci realizzare il vostro e-commerce con Magento? Noi ricaviamo esperienza su questa nuova piattaforma, e in cambio vi offriamo condizioni economiche spaventosamente vantaggiose rispetto ai nostri normali lavori.

Se siete interessati, contattateci a info@gibilogic.com per tutte le informazioni del caso.

e-commerce, magento, virtuemart

Commenti (5)

  • Ciao, dopo le prime buone impressioni, Magento è stato una delusione per svariati motivi. Anche io sono rimasto molto colpito dalla iniziale facilità d’uso.. ma poi mi sono ricreduto.

    Oltretutto personalizzarlo è un incubo.

    Posto che VirtueMart è un software che non dovrebbe essere rilasciato pubblicamente ^_^ ed il suo sviluppo è fermo immobile, a questo punto pongo tutte le mie speranze future in Tienda.. conoscendo gli sviluppatori, c’è da aspettarsi molto.

  • @Flavio:
    ciao e grazie per il tuo commento! Per Magento, anch’io ho la sensazione che non sia tutto oro quel che luccica, ma probabilmente alla fine un tentativo lo farò lo stesso.
    Per VirtueMart, riporto notizie interessanti dagli amici di VirtueMart Italia. Il progetto è tutt’altro che abbandonato, il programmatore principale ha lasciato spazio a un gruppo di diverse persone che stanno riorganizzando il tutto e gettando le basi per la versione 1.5 (quella che prima doveva essere la 1.2).
    In GiBiLogic stiamo pensando di organizzare per il 2010 delle giornate di “programmazione intensiva” (stile Pizza, Bug & Fun di Joomla) per dare il nostro piccolo contributo al progetto VirtueMart. Vi terrò informati!

  • @daniele:
    non c’è mai stato un tentativo con Magento 🙂 Alla fine nessuno ha raccolto la sfida e sinceramente abbiamo preferito rimanere su uno strumento conosciuto. Credo sempre che l’importante sia usare qualcosa che si conosce bene – o, in altre parole, cercare di conoscere a fondo quello che si sta usando.

  • Concordo sul fatto che è decisamente meglio saper lavorare molto bene con uno strumento che male con molti, però fossi in voi non abbandonerei completamente l’idea, Magento, grazie alle sue potenzialità, si sta ricavando un’ottima fetta di mercato…

I commenti sono chiusi.