[OT] Consumo collaborativo

Sulla base di un interessante articolo letto su una rivista, oggi offriamo una panoramica di siti web che si occupano di consumo collaborativo, ovvero come ottimizzare le risorse vendendo / prestando / scambiando i propri beni grazie a una community online. Si tratta di siti interessanti in quanto coniugano business e sostenibilità.

Alcuni dei siti proposti non sono disponibili in Italia, ma ci è sembrato interessante raccontarli comunque, come spunto, o semplicemente per farci trovare pronti nel momento in cui dovessero arrivare nel nostro paese.

Molti di questi sistemi si basano sul concetto che per godere del beneficio dell’utilizzo di un oggetto non sia necessario averne il possesso esclusivo.

ZILOK

Zilok (zilok.com) è disponibile per Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Belgio, Olanda. Si tratta di un sito dove le persone possono prestarsi gli oggetti, tra semplici privati oppure rivolgendosi a professionisti (negozi).

Ad esempio, mai pensato che avete dovuto comprare un trapano per poi usarlo magari una volta l’anno?

UsedCardBoxes

UsedCardBoxes (www.usedcardboardboxes.com) è un servizio di vendita di cartoni usati, per traslochi e simili.

Si tratta di un servizio “asimmetrico”: chiunque può acquistare i loro cartoni se ne ha bisogno, ma per vendere a loro i nostri cartoni usati dobbiamo probabilmente essere una azienda. Infatti, accettano solo determinati tipi e quantità di cartoni.

Rimane comunque un’ottima idea per salvare e riutilizzare cartoni che altrimenti sarebbero stati buttati, nella migliore delle ipotesi, nella carta da riciclare.

ZipCar

ZipCar (www.zipcar.com) un servizio di car sharing disponibile negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Il car sharing è una forma particolare di noleggio auto, tale per cui:

  • non è limitato agli orari di ufficio, dato che l’intero sistema è automatizzato e quindi completamente self-service
  • gli intervalli minimi di noleggio possono essere ore o addirittura minuti
  • gli utenti devono essere membri pre-approvati (esami di guida, accordi di pagamaento)
  • i veicoli sono parcheggiati in zone pubbliche per essere sempre disponibili

Molto utile per chi ha bisogno di un auto solo occasionalmente.

N.B. questo servizio non è da confondere con quello tecnicamente definito car pooling, ovvero il fatto che due o pià persone che fanno lo stesso tragitto alla stessa ora condividano la propria automobile per risparmiare sui costi.

N.B.2 per tutti i nostri concittadini di Brescia: dopo aver scritto questo articolo ho scoperto che è già attivo un sistema simile anche a Brescia, vedere il sito www.carsharingbrescia.it.

FreeCycle

FreeCycle (www.freecycle.org) è un sito con un’idea molto semplice, ovvero diventare un punto di riferimento per un mercatino di scambio gratuito.

Si tratta in realtà di un network di comunità locali (ne esistono in tutto il mondo) dove ciascuno può offrire o chiedere un determinato oggetto, con l’unica condizione che non venga offerto o richiesto nessun prezzo. Tra i vari siti proposti in questo articolo, è l’unico a carattere non commerciale.

thredUP

thredUP (www.thredup.com) è un sito dedicato allo scambio di abbigliamento per bambini. E’ disponibile negli Stati Uniti.

Chiunque di voi ha dei figli, non avrà bisogno di immaginare lo spreco derivante dal fatto che gli abiti per bambini, inevitabilmente, vengono usati per pochissimo tempo. Perchè non riutilizzarli, allora?

SwapTree

SwapTree (www.swap.com) è un sito dedicato allo scambio di libri, audiolibri, DVD, videogiochi e altre cose del genere.E’ disponibile negli Stati Uniti.

Proponendo i propri oggetti, vengono automaticamente proposte delle alternative da ricevere in cambio, tra le quali scegliere quelle preferite.