Mastering Joomla 1.5 Extension and Framework development – 2

Nel secondo capitolo del libro Mastering Joomla 1.5 Extension and Framework development si entra nel dettaglio tecnico degli elementi più usati e del flusso di elaborazione della richiesta.

Vediamo i punti più interessanti.

Oggetti e MVC

Il framework Joomla è basato sulla programmazione a oggetti, ed è quindi una buona idea ripassare i concetti base di questa modalità di programmazione. Non solo: esistono anche delle convenzioni e delle pratiche da seguire. Ad esempio, è spesso una buona idea estendere le classi di base.

Il design pattern utilizzato è quello MVC, ovvero Model View Controller, di cui abbiamo già parlato altrove.

Conoscere a fondo queste caratteristiche ci permetterà di scrivere meno codice pur guadagnando in sicurezza e prestazioni.

Costanti

Esistono numerose costanti predefinite, tra le quali molte riguardano i percorsi del sito e del componente in cui ci troviamo; conoscerle ci permette, ancora una volta, di risparmiare codice.

Un esempio fra tutti è JPATH_COMPONENT che si riconduce al percorso principale del componente corrente (ad esempio /var/www/joomla/components/com_content), da usare quando si include un altro file del nostro componente.

Processi

Nel dettaglio della sequenza di elaborazione della richiesta da parte di Joomla, gli oggetti più interessanti sono:

  • JRequest, che si occupa di reperire l’input dell’utente
  • JSession, che gestisce la sessione
  • JText, che gestisce il multilingua
  • JRoute, che costruisce gli URL in maniera corretta

Approfondire questi elementi è un passo fondamentale prima di iniziare a sviluppare sul serio.

Struttura della directory

In conclusione, è il caso di affrontare una panoramica delle cartelle che costituiscono un sito Joomla. Tutte hanno un proprio significato ed è il caso di saperlo.

joomla, programmatore