Tag: mac

Mac: Mountain Lion 10.8 non avvia applicazioni di terze parti

Qualcuno lo avrà già notato: sul vostro Mac, dopo aver installato l’aggiornamento da Lion 10.7 a Lion Mountain 1.8, alcune applicazioni smettono di funzionare oppure non è possibile installare applicazioni se lo sviluppatore non è certificato da Apple!

Non ruggite!… E’ possibile disabilitare facilmente questo “sistema di sicurezza”.

Continua a leggere

Una funzione usata da molti è la stampa dello schermo o di una porzione dello schermo: i cosiddetti screenshots.

Tali screenshots ci servono per creare documentazione, o inviare un esempio, o spiegare meglio un errore riscontrato.

Se la si utilizza di frequente e non ci si ricorda di cancellare quanto “fotografato”, la Scrivania si riempie di oggetti inutili.

Possiamo però cambiare la cartella di salvataggio in modo da mantenere pulita la nostra Scrivania.

Continua a leggere

Velocizza Apple OSX 10.7 Lion

OSX 10.7, più comunemente chiamato Lion, ha sollevato parecchie questioni riguardanti le performance.

Ciò che rende mastodontico il caricamento e l’utilizzo del sistema sono principalmente le integrazioni grafiche introdotte nel sistema.

Un semplice trucco per aumentare le performance del nostro Mac è disattivare parzialmente o totalmente questi effetti.

Quindi se necessitate di “ossigeno” ecco cosa dovete fare:

  1. aprite il Terminale (applicazione che trovate in Applicazioni > Utility > Terminale.app)
  2. digitate o copiate e incollate il seguente comando comando:
    defaults write NSGlobalDomain NSAutomaticWindowAnimationsEnabled -bool NO
  3.  premete invio

Con questo sistema toglierete buona parte degli effetti grafici che appesantiscono il sistema, che molte volte per chi lavora con questo strumento non sono necessarie.

Per ritornare alla situazione precedente il comando cambia in:
defaults write NSGlobalDomain NSAutomaticWindowAnimationsEnabled -bool YES
Semplice!

Buon Mac ruggente a tutti 🙂

Mac vs. PC

Un MacChiano (abitante del pianeta Mac) direbbe: “Era ora che facessi il grande passo, usa la forza!”.

Proprio così, sfinito dai continui commenti degli utilizzatori del sistema di casa Apple, mi sono detto: “Ora lo provo, così mi tolgo il dubbio!”. Fino a ieri ho sempre utilizzato PC con sistemi operativi Microsoft, ma oggi…

Continua a leggere

Backup in rete con Apple Time Machine

E’ ormai noto il funzionamento di Time Machine, il software di backup di casa Apple rilasciato con la versione 10.5 di Mac OS.

Provandolo ho potuto constatare che il motore che esegue i salvataggi segue una logica abbastanza semplice: una copia differenziale dei file, eseguita confrontando le date. Nonostante questo sistema sia piuttosto primitivo per un sistema di backup, la realizzazione di un’interfaccia grafica estremamente intuitiva (e anche un po’ spaziale) per il ripristino dei dati fa si che il prodotto sia alla portata di tutti. Inoltre, la mancanza di un sistema complesso di configurazione evita errori da parte di utenti inesperti.

Abbiamo già visto in un altro post come personalizzare la schedulazione del backup; in questo articolo vediamo invece come poter utilizzare un disco di rete come destinazione del salvataggio.

Continua a leggere

Time Machine è un semplice, ma allo stesso tempo efficace sistema di backup per tutti gli amanti di Apple. Ormai sappiamo che ha grosse potenzialità e ha permesso ha tutti gli esseri umani con memoria breve di non dimenticarsi il fondamentale salvataggio dei propri dati…

Ma eseguire un backup ogni ora, è proprio così necessario ed è sempre possibile?

Forse in molti casi sì; ma vorrei invece soffermarmi su un caso specifico e credo piuttosto comune, ovvero quello di tutti coloro che usano un Apple Time Capsule o un altro disco di rete. Il backup eseguito in rete è piuttosto lento e pesante; senza scendere in particolari tecnici del perché o del percome, vorrei presentarvi l’applicazione…

TimeMachineEditor

Questo editor permette di manipolare con una semplice interfaccia grafica i file di configurazione del programma Time Machine, permettendoci di schedulare i backup liberamente con intervalli meno frequenti del default.