Tag: ubuntu

Impostare il locale corretto per Squirrelmail su Ubuntu

Squirrelmail è una delle interfacce di webmail più utilizzate in ambiente Linux o comunque su server che supportino il linguaggio PHP. In particolare, è la scelta di GiBiLogic come programma di webmail per la posta elettronica ospitata sui nostri server, con una elaborazione grafica particolare che permette di migliorare un poco l’aspetto di base, molto semplice per non dire grezzo.

E’ possibile installare il linguaggio italiano per Squirrelmail, ma se siete su server Ubuntu non lo troverete comunque tradotto. Vediamo perchè.

Continua a leggere

Skype, Ubuntu e il microfono

Solo una nota veloce, grazie a una incursione nei forum di Skype dedicati a Linux sono riuscito rapidamente ad attivare il funzionamento del microfono sulla mia Ubuntu 9.04. Il portatile è un Sony Vaio, la scheda audio una Intel HDA.

Fin dall’installazione, l’uscita audio funzionava correttamente (anche in Skype) ma l’ingresso non ne voleva sapere.

In precedenza avevo provato senza successo ad andare a toccare le configurazioni dell’audio del sistema Linux. Invece, a quanto pare, la soluzione è nelle opzioni audio di Skype, che devono essere impostate in maniera diversa dal default. Per me, ha funzionato la seguente configurazione:

  • Incoming Sound: HDA Intel (hw:intel,0)
  • Outgoing Sound: pulse
  • Calling: pulse

Ora, dopo qualche tempo di pausa, posso finalmente tornare a fare lunghe chiacchierate gratis con Skype. 🙂

In ambiente server Windows si parla generalmente di teaming relativamente alla configurazione di due o più schede di rete in modo che siano viste come una sola. L’obiettivo è ovviamente quello di raddoppiare la banda disponibile e garantire una maggior sicurezza, visto che se una delle due schede di rete ha problemi, c’è sempre l’altra.

Solitamente questa opzione viene gestita dai driver delle schede di rete, ed è abbastanza trasparente per l’utente finale, che non deve preoccuparsi di molto se non abilitare il flag corrispondente. E su Linux?

Continua a leggere

Rilasciata la versione 9.04 di Ubuntu

Ieri, Giovedì 23 Aprile 2009, è stata rilasciata la versione 9.04 di Ubuntu. Il suo nome in codice è Jaunty Jackalope. Per inciso, io non sopporto questa cosa dei nomi in codice, perciò continuerò a usare invece i numeri di versione. 🙂

La 9.04 segue la 8.10 e la 8.04 rilasciate l’anno scorso. In particolare, la 8.04 va tenuta in alta considerazione per ambienti di produzione visto che si tratta di una release LTS (Long Time Support, cioè supportata più a lungo).

Tra le novità annunciate nella versione rilasciata oggi, quelle che ci interessano di più sono:

  • una versione più stabile e completa di Brasero, il programma per masterizzare di Gnome
  • un miglior supporto ai monitor multipli
  • velocizzazione del processo di boot

Aspetteremo di vedere se questi ed altri miglioramenti possano far fare a Ubuntu altri passi avanti nella conquista dei desktop, che per quanto ci riguarda è l’obiettivo più interessante –  visto che come server, Linux è già da tempo la nostra scelta predefinita.

Vi faremo sapere.

Ubuntu 8 e OpenOffice 3

Una delle cose meno piacevoli che ho sperimentato durante il mio passaggio ad Ubuntu è stato il ritardo di aggiornamento di alcuni pacchetti. Sia per Ubuntu 8.04 che 8.10, ad esempio, è disponibile solo la versione 2.4 di OpenOffice. Siccome abbiamo avuto modo – come spiegato in un articolo precedente – di sperimentare ed apprezzare l’evoluzione di questo software, mi dispiaceva molto non poter sfruttare gli ultimi aggiornamenti.

Fortunatamente, esiste una via.

Continua a leggere

Ubuntu si fa spazio in GiBiLogic

Mentre Cesare ha usato Ubuntu fin dai suoi primi giorni in GiBiLogic, e Sergio è ormai inamovibile dal suo Mac, io fino a un paio di settimane facevo la retroguardia conservativa, con il mio Windows Vista. Ma i tempi erano maturi: ora è arrivato un nuovo Dell Vostro 1310, e con l’occasione della migrazione sono passato anch’io a Ubuntu. Ora vi racconto come sta andando il passaggio.

Continua a leggere

Recuperare una partizione persa con System Rescue CD

Per vari motivi, legati magari a problemi di connessione del disco, o a spegnimenti bruschi, nonchè a errori umani, può capitare di rimuovere una voce dalla tabella delle partizioni, non potendo quindi più avere accesso ai dati in essa contenuti, che tuttavia sono ancora presenti sul disco, visto che lo spazio in questione non è ancora stato riutilizzato.

Fortunatamente, l’uso combinato degli strumenti gpart e parted può risolvere questo problema. Tali strumenti sono presenti o comunque installabili sulla maggior parte delle distribuzioni Linux attuali. In particolare, sono presenti sul System Rescue CD, che è il nostro LiveCD preferito per attività di assistenza e recupero dati.

Continua a leggere

  • 1
  • 2